• ravioli ai carciofi con crema al parmigiano
    highlights,  pasta fresca,  pasta ripiena,  primi piatti,  vegetariano

    Ravioli ai carciofi con crema al parmigiano

    La pasta ripiena fatta in casa per me è strettamente legata alle mattine di primavera, quando ci si può godere con calma il risveglio, magari una bella passeggiata in campagna all’aria aperta e poi ci si mette in cucina senza fretta, per preparare qualcosa di genuino con gli ingredienti di stagione. E’ un tipo di preparazione che richiama la convivialità, il lusso delle cose semplici: la tradizione tutta italiana della pasta fresca resa ancora più golosa da una farcia abbondante e saporita.

    Questi ravioli li ho preparati proprio di domenica mattina di ritorno da una camminata, con quello che avevo in frigo. Sta arrivando la stagione dei carciofi e stavolta anziché usarli come condimento per la pasta ho voluto metterli all’interno dei ravioli, insieme alla classica ricotta. A completare il tutto una crema preparata con panna fresca, latte, parmigiano e due foglioline di salvia.

    Non fatevi scoraggiare, il piatto è un po’ laborioso, è vero, ma appena avrete acquistato un po’ di manualità vi renderete conto che alla fine confezionare dei bei ravioli non richiede più impegno che non preparare un ragù o un arrosto: è solo questione di abitudine. E vi assicuro che se vi abituerete ai ravioli della domenica poi sarà molto difficile rinunciarci!

  • noodles vegetariani
    dal mondo,  highlights,  light,  piatto unico,  vegetariano,  verdure

    Noodles con uova & verdure

    Questa è una delle ricette jolly che mi gioco volentieri sia per una pausa pranzo leggera ma saporita, sia quando ho ospiti a cena e voglio preparare qualcosa di diverso, un po’ sopra le righe e insolito.
    Un bel piatto di noodles fumanti è sempre gradito, specialmente se sono leggeri e veloci da fare, come in questo caso: vi basterà far saltare il cipollotto, le carote tagliate a fili e i germogli di soia, strapazzare l’uovo, aggiungere la salsa e i noodles scolati al dente.

    Sul mio profilo instagram trovate un reel che vi dimostra come la ricetta sia davvero semplicissima e a prova di principianti! La colonna sonora è un omaggio ad una bellissima serie televisiva che trovate su Netfilx: Midnight Diner – Tokyo Stories. La serie racconta le vicende di vari personaggi che gravitano intorno ad una caratteristica tavola calda giapponese aperta solo di notte e gestita da uno chef che prepara esclusivamente piatti espressi in base alle ordinazioni del momento: consigliatissima per chi sa apprezzare il potere catartico del cibo e il modo di approcciarsi alla vita lieve e al tempo stesso profondo che hanno gli orientali.

  • antipasti,  aperitivo,  highlights,  piatto unico,  vegetariano

    Sofficini home made

    Oggi vi racconto come preparare in casa in modo veloce e semplice i sofficini alla pizzaiola, ripieni di mozzarella e pomodoro.

    Subito due disclaimer importanti: primo, la ricetta non è mia, ma è tratta dal blog A tutta cucina; l’avevo adocchiata e replicata con successo anni fa e mi ero subito riproposta di pubblicarla perché  mi ero trovata benissimo con le dosi e il procedimento. 

    Secondo, avrei voluto iniziare il post scrivendo: ‘chi non ha assaggiato almeno una volta i famosi Sofficini surgelati?’ ma poi avrei dovuto rispondere: ‘IO’.
    Ebbene sì, avete davanti a voi una figlia degli anni ’80 a cui non sono mai stati propinati (grazie al cielo!) piatti pronti  comprati al supermercato e scongelati. A casa mia si mangiavano cose semplici ma sempre cucinate in casa e i cibi precotti  non erano affatto popolari. Forse è per questo che anche da grande ho portato avanti l’abitudine di auto produrre il più possibile il cibo che metto in tavola.

    Ma dato che i sofficini sono famosi per la loro golosità la curiosità di assaggiarli era venuta anche a me e quindi ho scelto la strada che mi è più congeniale: cucinarli da zero, con questa semplice e collaudata ricetta!

  • dal mondo,  gluten free,  highlights,  light,  vegan,  vegetariano,  zuppe

    Dahl di lenticchie

    Dopo gli stravizi delle feste sento sempre il bisogno di piatti più leggeri e salutari. In effetti quando si parla di dieta credo poco nell’imposizione e molto nell’auto-ascolto: se si riesce a godere dei propri peccati di gola durante le feste di Natale, poi verrà in automatico anche il bisogno di depurarsi un pochino e di  mangiare cibi più semplici e meno grassi ed elaborati. 

    Da tempo adocchiavo la ricetta del dahl di lenticchie, lo avevo intravisto in vari siti e blog e mi ero riproposta di farlo. Quale occasione migliore dei primi giorni di Gennaio, considerata la mia voglia di ritornare ad un’alimentazione più sana e il ruolo di ‘porta fortuna’ che questi legumi hanno tradizionalmente in relazione all’inizio del nuovo anno?

    Il dahl è una zuppa di legumi di origine indiana. E’ un piatto ricco di proteine vegetali, di spezie dalle proprietà benefiche, e in cui i grassi sono costituiti principalmente dal latte di cocco, ricco di minerali e vitamine e utile ad aumentare il senso di sazietà.

    Per prepararlo io ho optato per delle lenticchie di Colfiorito, dalla buccia tenerissima, che non necessitano di ammollo – e ho preferito una zuppa dalla consistenza piuttosto asciutta, appena leggermente brodosa. Ovviamente sta a voi decidere quanto liquido dovrà essere il dahl, anche in base a come lo servirete: se come piatto unico come ho fatto io  o se accompagnato a del riso bianco in modo da aumentare un po’ l’apporto di carboidrati al vostro pasto.

    Io vi consiglio di provarlo se avete voglia di aggiungere al vostro ricettario una preparazione sostanziosa, salutare, che profuma di curry e di latte di cocco. Sarà un po’ come viaggiare con il gusto in terre lontane, in attesa di poterlo fare di nuovo anche con tutti gli altri sensi! 😉

Privacy Policy Settings