• biscotti,  colazione,  frolla,  highlights

    Frollini alla panna

    Oggi vi propongo dei biscotti leggeri, super friabili e perfetti per l’inzuppo! L’utilizzo della panna fresca li rende davvero morbidi, delicati e particolarmente adatti per la prima colazione.

    La frolla è veloce da preparare e facile da lavorare, ricordatevi solo di stenderla a uno spessore un po’ più alto (circa 1 cm) rispetto a quello che si fa per i frollini classici, e di considerare che l’impasto si allargherà un bel po’ in cottura, quindi fate un buco abbastanza grande altrimenti rischiate che durante la lievitazione si richiuda.

    In casa nostra questi biscottini sono durati davvero pochissimo, uno tira l’altro! Quindi se volete raddoppiate pure le dosi 😉 

  • cioccolato,  dessert,  frolla,  frutta,  highlights

    Tartellette al cioccolato e frutti di bosco

    L’abbinamento cioccolato fondente + frutti di bosco è qualcosa che non a tutti piace, diciamo che per il suo carattere deciso solitamente o lo si odia o lo si ama, ma se sapete apprezzare questa accoppiata i dolcini di oggi fanno al caso vostro!

    Si tratta di tartellette di frolla al cacao farcite con una ganache al cioccolato fondente e una bavarese ai frutti di bosco molto fresca e dal gusto intenso: un fine pasto sicuramente diverso dal solito, elegante da presentare e goloso da morire! E oltretutto sembra più complicato di quanto non sia in realtà: oltre alla classica frolla, dovrete preparare la ganache semplicemente versando la panna bollente sul cioccolato tritato e la bavarese mescolando panna semimontata, frutti di bosco frullati e uno sciroppo di acqua e zucchero in cui avrete sciolto della colla di pesce. Più facile a farsi che a dirsi! 😉 

    Non avete gli stampi monoporzione? Potete utilizzare le stesse dosi indicate in ricetta per uno stampo da crostate di 20 cm di diametro. 

  • tartellette al pistacchio
    dessert,  frolla,  frutta secca,  highlights

    Tartellette al pistacchio

    Sebbene io sia una grande amante di torte da forno, crostate o semplici ciambelloni, devo ammettere che la pasticceria mignon ha un fascino tutto particolare, e quel tocco di eleganza in più che la rende perfetta quando si vuole chiudere un pranzo importante o concedersi una colazione extra-lusso.

    Le tartellette di oggi sono composte da una semplice frolla sablè e una sorta di mousseline al pistacchio – dico una sorta perché la mousseline è a base di crema pasticcera e burro, qui invece si parte da un mix di tuorlo, latte e zucchero senza farina, quindi non da una crema pasticcera vera e propria, ma insomma, il concetto è quello: una farcitura burrosa, ricca e avvolgente.

    Per preparare le tartellette  vi servirà una pasta di pistacchio pura al 100% : non una crema spalmabile quindi, ma solo pistacchi ridotti in crema. Ormai si trovano facilmente nei supermercati più forniti oppure on line prodotti preparati senza ingredienti aggiunti, che garantiscono tutto il gusto della frutta secca.

  • crostata classica marmellata
    colazione,  crostate,  frolla,  highlights

    Crostata classica alla marmellata

    E’ il destino di ogni food blogger: pubblicare una marea di ricette particolari, strane, magari etniche, magari con abbinamenti originali di gusto – esplorare tutte le mille strade della cucina e della pasticceria, insomma –  per poi sentirsi domandare: ma un dolce normale, sul blog, ce l’hai??

    In effetti per quanto possa lasciare perplessi noi appassionati sperimentatori la domanda è più che lecita: le persone hanno bisogno anche di ricette semplici, che accontentino i gusti di tutti e che siano possibilmente collaudate e di sicura riuscita.

    E quindi ecco la risposta, per tutti quelli che me l’hanno chiesto e per chi ha voglia di una crostata semplice, senza ingredienti strani e fatta in maniera super tradizionale con burro, zucchero, uova e farina: io la crostata normale, con la marmellata, la faccio così! 

    Ci è voluto un po’ per trovare la quadra perfetta: la dose di burro giusta per avere una torta golosa ma non pesante, adatta ad essere mangiata tutti i giorni; scegliere di mettere solo i tuorli e non gli albumi – la pasta sarà un po’ meno elastica ma ne guadagnerete in sapore e friabilità; decidere di utilizzare burro a temperatura ambiente e non freddo, per riuscire a ottenere una pasta ben lavorabile. Per la forma, poi, mi sono affidata all’apposito stampo – potete vedere come si usa sul mio profilo instagram 😉 

Privacy Policy Settings