• agrumi,  biscotti,  colazione,  highlights,  vegan

    Biscotti vegani arancia & mirtilli rossi

    Sono particolarmente fiera di questi biscotti: devo dire che hanno superato le mie aspettative! Sono profumatissimi, super croccanti e l’abbinamento tra arancia e cranberries è veramente particolare e goloso. La ricetta è ispirata a questi shortbread preparati da Sara, padrona di casa del bellissimo blog Pixelicius.it. 

    Appena ho visto i biscotti di Sara sono rimasta colpita dai colori meravigliosi e dall’accoppiata arancia + mirtilli rossi; non li ho replicati tali e quali  perché in questo periodo sto cercando di non esagerare con il burro e volevo dei cookies da poter mangiare quotidianamente a colazione, quindi ho deciso di declinare la sua ricetta in chiave vegan. 

    Niente uova né latticini quindi, ma soltanto farina, olio, succo e scorza di arancia e un po’ di mirtilli rossi essiccati (potete trovarli nella maggior parte dei supermercati, in bustina); poi, per rendere i biscotti più rustici e croccanti ho deciso di usare dello zucchero di canna e di tagliare la farina 00 con un po’ di farina di mais. Il risultato dell’esperimento mi ha lasciata davvero soddisfatta in fatto di gusto e consistenza;  come se non bastasse questa è una ricetta perfetta per la colazione di tutti i giorni perché la pasta non deve riposare: si amalgamano gli ingredienti, si stende l’impasto, si ritaglia e via in forno! Vi lascio la ricetta, davvero semplicissima ma dal risultato garantito.

  • crostata classica marmellata
    colazione,  crostate,  frolla,  highlights

    Crostata classica alla marmellata

    E’ il destino di ogni food blogger: pubblicare una marea di ricette particolari, strane, magari etniche, magari con abbinamenti originali di gusto – esplorare tutte le mille strade della cucina e della pasticceria, insomma –  per poi sentirsi domandare: ma un dolce normale, sul blog, ce l’hai??

    In effetti per quanto possa lasciare perplessi noi appassionati sperimentatori la domanda è più che lecita: le persone hanno bisogno anche di ricette semplici, che accontentino i gusti di tutti e che siano possibilmente collaudate e di sicura riuscita.

    E quindi ecco la risposta, per tutti quelli che me l’hanno chiesto e per chi ha voglia di una crostata semplice, senza ingredienti strani e fatta in maniera super tradizionale con burro, zucchero, uova e farina: io la crostata normale, con la marmellata, la faccio così! 

    Ci è voluto un po’ per trovare la quadra perfetta: la dose di burro giusta per avere una torta golosa ma non pesante, adatta ad essere mangiata tutti i giorni; scegliere di mettere solo i tuorli e non gli albumi – la pasta sarà un po’ meno elastica ma ne guadagnerete in sapore e friabilità; decidere di utilizzare burro a temperatura ambiente e non freddo, per riuscire a ottenere una pasta ben lavorabile. Per la forma, poi, mi sono affidata all’apposito stampo – potete vedere come si usa sul mio profilo instagram 😉 

  • biscotti uzbeki finta sfoglia
    biscotti,  colazione,  dal mondo,  highlights

    Biscotti uzbeki (di finta sfoglia)

    I biscotti uzbeki di finta sfoglia spopolano sul web da diverse settimane. Per me è bastato leggere la ricetta per sapere che li avrei amati: la finta sfoglia è una preparazione che mi piace un sacco, sia per il sapore che per la sua versatilità e facilità di esecuzione. In sostanza si tratta di sostituire metà del burro solitamente usato nella sfoglia classica con del formaggio spalmabile o della ricotta (alleggerendo notevolmente il bilancio calorico della ricetta) e di saltare tutta la fase piega- riposo-piega necessaria nella preparazione canonica. 

    Per dirla breve, vi basterà impastare farina, ricotta e burro morbido, far riposare, stendere la pasta, piegarla in quattro e stop: il gioco è fatto!

    La ricetta viene dal blog Mina e le sue ricette del cuore, solitamente uno dei miei punti di riferimento in fatto di lievitati, che oggi invece ci regala questi biscottini deliziosi 🙂 

    Unica variante: ho aggiunto un cuore di confettura di lamponi per rendere il tutto ancora più goloso. Il risultato è stato strepitoso: ne sono usciti quasi dei pasticcini, fragranti e sfogliati, che danno il meglio di sé appena sfornati: lasciate loro giusto il tempo di raggiungere la temperatura ambiente e poi serviteli, anche come fine pasto saranno ottimi e vi faranno fare un figurone.

  • migliaccio napoletano
    carnevale,  highlights,  piatti della tradizione,  torte

    Migliaccio napoletano

    Solitamente a Carnevale faccio uno strappo alla regola e friggo: non succede spesso nella mia cucina, ma una volta l’anno faccio volentieri un’eccezione per frittelle, cenci e castagnole! Quest’anno però ho voluto provare per la prima volta una ricetta di Carnevale alternativa: non il classico dolcetto fritto ma una torta alta e umida a base di latte, ricotta e semolino: il migliaccio napoletano.

    Sul web ce ne sono tante versioni, io mi sono affidata a quella di Tavolartegusto e mi sono trovata benissimo: cottura perfetta, consistenza omogenea e cremosa, gusto delicato e agrumato. Insomma, per chi non ama friggere ma vuole ugualmente festeggiare il Carnevale questa è davvero la ricetta giusta, facile da preparare e anche piuttosto leggera ( ci sono solo 50 gr di burro in tutta la torta!).

    Non mi dilungo oltre, vi lascio alla ricetta e vi ricordo che trovate qui potete trovare le altre ricette tipiche di questo periodo preparate gli scorsi anni! 

Privacy Policy Settings