vegan cookies ai frutti rossi
biscotti,  cereali,  colazione,  dolci senza burro,  vegan

Vegan cookies ai frutti rossi

Siamo onesti: ancora non fa così caldo da non poter accendere il forno per una mezz’ora 😉  Finchè l’estate vera non si decide ad arrivare, io continuo imperterrita a prepararmi in casa la colazione, e a costo di essere ripetitiva anche oggi torno a parlarvi di biscotti! I cookies di oggi sono tra i più croccanti che abbia mai preparato – insieme a questi al cioccolato, sfornati diverso tempo fa – e come potete vedere in entrambi i casi si tratta di ricette vegane, e tutte e due prevedono l’utilizzo di farina di kamut. Se volete che l’effetto ‘crunchy’ sia assicurato e che duri anche nei giorni successivi, questa è la combinazione vincente: sì a farina di kamut e multicereale, no a burro e uova. Per rendere i miei biscottini golosi e saporiti come parte grassa oltre al mio amato olio di riso (per me ormai insostituibile nella preparazione di dolci vegan) ho utilizzato della crema di mandorle: la potete trovare nei supermercati più forniti, vicino alle creme spalmabili, la cosa importante è che controlliate che l’unico ingrediente siano, appunto, le mandorle, senza aggiunta di zuccheri, conservanti o altri olii; ho aggiunto poi un mix di frutti rossi essiccati e una spolverata di fiocchi d’avena in superficie.
Devo ammettere che alla vista questi cookies non sono proprio bellissimi, hanno un aspetto piuttosto rustico e grezzo… in compenso però posso assicurarvi che per prepararli non ci metterete più di 10 minuti: si tratta di una di quelle ricette che si fanno al volo, sporcando solo una ciotola, senza spianare niente, senza far riposare niente, bisogna solo mescolare, impastare, formare le palline con le mani e via in forno… proprio come piace a me 🙂

Print Recipe
Vegan cookies ai frutti rossi
Vegan cookies ai frutti rossi
Porzioni
25 pezzi
Ingredienti
Porzioni
25 pezzi
Ingredienti
Vegan cookies ai frutti rossi
Istruzioni
  1. In una ciotola mescolate le polveri (farina di kamut e multicereale, zucchero, lievito, sale); aggiungete poi l'olio di riso, la crema di mandorle, l'acqua* e infine i frutti rossi. Impastate il tutto con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo.
  2. Con le mani inumidite formate 25 palline e disponetele su una leccarda rivestita di carta forno; schiacciate leggermente ogni pallina e spolveratela di fiocchi d'avena.
  3. Fate cuocere a 180° per 15/20'. Una volta freddi, conservate i cookies in un contenitore ermetico.
Recipe Notes

 * inserite gradualmente l'acqua nell'impasto: potrebbe servirvene meno, o leggermente di più, a seconda del grado di umidità delle vostre farine; quindi procedete per gradi fino a che l'impasto non si compatta, e fermatevi non appena avete ottenuto una massa unica.

Facebook Comments

12 Comments

  • saltandoinpadella

    Sai che amo le ricette rustiche e secondo me questi biscottini sono bellissimi. Proprio con quell’aspetto casalingo che amo tanto. Alle mie nipotine piace tanto biscottare, questi potrebbero essere proprio adatti a farle pasticciare con le manine per poi gustarseli a colazione. Perchè si sa che le cose autoprodotte piacciono molto di più ai bimbi

  • zia Consu

    Io non ho problemi ad accendere il forno anche a Ferragosto, quindi mi trovi pronta ad impastare e x questi biscotti ne vale sicuramente la pena 🙂
    Grazie Tizi della ricetta e felice settimana <3

  • sandra

    Tizi, a me all’idea di accendere il forno mi tremano i polsi!! ha ha ha
    eppure devo fare un dolce sabato e quindi dovrò proprio accenderlo, chissà che non unisca le due cose e prepari anche questi piccoli e deliziosi biscottini?
    se lo faccio te lo dico……

    p.s. a Firenze fa già parecchio caldo….

    • tizi

      ci credo sandra, firenze è una città torrida, noi per fortuna in campagna (abito tra lucca e pistoia) ce la caviamo meglio. l’idea di unire le cose e accendere il forno una sola volta mi sembra ottima comunque, poi questi durano un sacco quindi puoi tenerli da parte mentre mangi l’altro dolce 😉 buona giornata e grazie di esser passata a trovarmi!

  • ipasticciditerry

    A casa mia il forno si accende tutti i mesi dell’anno ma devo dire che da noi fa caldo caldo giusto due settimana all’anno e perciò … siamo giustificati. Questi biscottini, come gran parte dei biscotti per la verità, sono pericolosi, perchè sgranocchi, sgranocchi e te li fai fuori tutti!!

  • ConUnPocoDiZucchero Elena

    allora, decretato che adesso vado a cercare la farina di kamut che mi manca da troppo tempo, si è decretato anche che il forno lo accendo lo stesso anche se qui fa un caldo che metà basta, ma qst li devo provare per forza! sono anche sani!!! più di così! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Settings