mini pavlova frutti rossi
cucina dal mondo,  dessert,  dolci alla frutta

Mini-Pavlova ai frutti rossi

Se devo essere sincera, ho deciso di preparare la pavlova principalmente per il suo aspetto esteriore. L’ho sempre trovata bellissima, uno di quei dolci dall’aspetto incredibilmente chic, elegantissimi da portare a tavola che già al primo sguardo fanno fare un figurone a chi li ha preparati. Sul sapore, bhè, pensavo che sarei andata sul sicuro, sul classico, sul già conosciuto: meringa, panna, frutta – tutti gusti piuttosto prevedibili e forse anche un filino troppo stucchevoli per una come me che non ama i dolci ‘troppo dolci’.
E invece.
Avevo appena finito di immortalare questi piccoli nidi di meringa, quando mi sono seduta al tavolo della colazione per assaggiare il frutto delle mie fatiche e al primo morso mi si è aperto un mondo. 
La pavlova è proprio buonissima. Non saprei spiegarvelo in altro modo. E’ vero, i gusti sono semplici, ma l’abbinamento di consistenze e di sapori è a dir poco paradisiaco. La meringa rimane croccante fuori e morbida all’interno e la sua dolcezza crea un contrappunto perfetto con l’acidità della frutta. La panna –  che invece va zuccherata pochissimo – fa da collante tra gli altri due elementi e il risultato finale è un dolce davvero squisito e raffinato come pochi. 

mini pavlova frutti rossi

Del resto la pavlova prende il nome da una donna di grande eleganza, la ballerina russa Anna Pavlova, che ha ispirato la creazione di questo dessert negli anni venti del secolo scorso, durante un tour che toccò l’Australia e la Nuova Zelanda, quando un pasticcere si ispirò a lei per creare un dolce etereo, elegante e candido, leggero come una nuvola.
Io ho scelto la versione monoporzione perchè più facilmente gestibile: tagliare a fette una pavlova grande significa rovinarla e fare le porzioni diventa piuttosto complicato. Così invece ognuno avrà il suo piccolo cestino, con il doppio vantaggio che potrete anche personalizzarlo scegliendo la frutta preferita da ogni ospite – io non vedo l’ora di provarla anche con ananas, kiwi, pesca e tutta la frutta estiva che sta per arrivare. In più vi assicuro che queste mini-pavlolva sono anche estremamente facili da preparare, quindi non avete assolutamente scuse: scegliete la vostra frutta preferita e mettetevi all’opera!

mini pavlova frutti rossi

 

Print Recipe
Mini pavlova ai frutti rossi
mini pavlova frutti rossi
Porzioni
7 pezzi
Ingredienti
Porzioni
7 pezzi
Ingredienti
mini pavlova frutti rossi
Istruzioni
  1. Prima di tutto preparate le meringhe: nella planetaria oppure con le fruste elettriche iniziate a montare gli albumi; quando inizia a formarsi un po' di schiuma aggiungete lo zucchero, un cucchiaio alla volta, e infine il bicarbonato; montate per almeno 10' fino ad ottenere una meringa lucida e soda. Formate le meringhe con un sac a poche sopra a una teglia da forno leggermente imburrata o rivestita di spray staccante, dando loro la forma di piccoli nidi. Cuocete a 120° per un'ora e venti; trascorso il tempo di cottura lasciate freddare in forno con lo sportello aperto per almeno un paio d'ore o, meglio ancora, per tutta la notte.
  2. Montate la panna ben ferma con lo zucchero a velo, lavate e tagliate i frutti rossi e infine assemblate le mini-pavlova riempiendole con la panna e mettendo sopra la frutta.
Recipe Notes

Se preparate le meringhe in anticipo, lasciatele sempre scoperte, senza chiuderle in contenitori ermetici o peggio ancora in sacchetti di carta o plastica; rimanendo esposte all'aria resteranno croccanti fuori e morbide dentro.
La panna tende ad ammorbidire la meringa quindi è preferibile metterla poco prima di servire le pavlove; se dovete per forza prepararle con largo anticipo già farcite conservatele ovviamente in frigo, fino a 24 ore non si rovineranno, semplicemente la meringa perderà un po' di croccantezza nella parte centrale.

 

mini pavlova frutti rossi

 

Facebook Comments

16 Comments

  • gaia sera

    Queste mini pavlovine (si può dire?) sono davvero di una bellezza unica e concordo con te sul fatto che questa sia una ricetta molto elegante e davvero davvero golosa. Ora che ci sono i frutti di bosco poi.. 😋

    • tizi

      Certo che si può dire! Mi fa piacere che le pavlovine ti siano piaciute, io le ho adorate, con la frutta fresca sopra sono qualcosa di davvero favoloso e se potessi te ne offrirei volentieri una come assaggio! Un bacione, a presto! 🙂

  • ipasticciditerry

    Bellissime Tizi. Hai ragione, sono anche molto buone, oltre che bellissime. Io ne ho preparata una, forse due o tre anni fa, per mia cognata, a tre piani e con tanta frutta fresca, davvero bellissima e scenografica. Lei ne era rimasta entusiasta e non aveva mai visto una cosa del genere. Lei è portoghese ed era qui in occasione di un suo compleanno. Bravissima cara, un bacio

    • tizi

      Sai che a farla a più piani non avrei mai pensato? Non se ne vedono in giro… chissà che figurone che hai fatto! Quasi quasi la prossima volta ci provo anch’io… anche se poi il taglio deve risultare un po’ difficile. Tua cognata sarà stata felicissima di questo viaggio gastronomico Portogallo/Nuova Zelanda 😉
      Un bacione terry e buon fine settimana!

  • zia Consu

    Ma sai che anch’io ho sempre visto la pavlova nello stesso modo e non l’ho mai fatta??? Adesso mi stai aprendo un mondo O_O e conoscendo la nostra affinità di gusti non dubito che l’amerò 😍

    • tizi

      ormai credo di aver capito un pochino i tuoi gusti e la sola cosa che secondo me potrebbe disturbarti in questa ricetta è l’elevata quantità di zucchero necessaria a preparare la meringa 😉 ma se zuccheri pochissimo la panna e usi della frutta un po’ acida tipo lamponi, o anche kiwi, non puoi non amarla! almeno per me è stato davvero amore al primo morso.
      ti mando un grande abbraccio, buon weekend cara!

  • Mile

    Oh sì, la pavlova è proprio un dolce elegante. E con quei papaveri sei riuscita proprio bene a far risaltare i colori della frutta e della meringa.

  • Serena

    Io la feci agli albori del mio blog nella versione al microonde devo ammettere come dici tu che è molto bella vedere. Anche le tue sono molto belle e immagino che bontà io fra l’altro adoro le meringhe!

    • tizi

      sono appena andata a curiosare da te! sai che non sapevo dalla possibilità di cuocere le meringhe al micro? non si finisce mai di imparare 😉 buona giornata e grazie della visita cara! a presto!

  • saltandoinpadella

    La pensavo esattamente come te fino a quando non ho cominciato a farla per le mie nipotine che la adorano. Io continuo a non amare la panna, ma è una mia tara, proprio con la panna non ce la posso fare, ma l’abbinamento dlel’acido dei frutti rossi stempera un sacco la dolcezza delle meringhe. E la croccantezza è deliziosa

    • tizi

      eh si… io un tempo ero come te ma poi ho fatto pace con la panna, e ora devo dire che in certi dolci la trovo essenziale – soprattutto quando si abbina alla frutta fresca come in questo caso! buona giornata cara e grazie della visita 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Settings