colazione,  cucina dal mondo,  lievitati

Brioches di pasta danese alla crema

Ormai lo sapete, adoro i lievitati tanto quanto li temo: richiedono tempo, dedizione, cura e non sempre si hanno i risultati sperati. C’è il rischio che l’impasto lieviti troppo e collassi, che non si incordi bene oppure che non riesca a svilupparsi perfettamente e quindi la consistenza finale sia un po’ troppo soda e compatta… insomma, ogni volta che li preparo mi sento sempre un po’ sotto pressione. Però stavolta è andata bene: se il mio sogno più grande per quanto riguarda la pasticceria è riuscire a sfornare il croissant perfetto, devo dire che già riuscire a preparare queste brioches per me è stata una soddisfazione incredibile! Sono burrose, sofficissime all’interno e perfettamente sfogliate, con una crosticina sottile sottile  molto friabile e delicata che le rende davvero deliziose; appena sfornate danno il meglio di sè, ma anche scaldate per un minuto o due nei giorni successivi sono comunque ottime. Per la ricetta ho preso ispirazione dal libro Scandikitchen – Dolci Hygge, adattando ai miei gusti le dosi di burro e zucchero (ho diminuito leggermente il primo e aumentato il secondo, per ottenere una brioche che fosse dolce anche all’esterno, dove non arriva la farcitura); poi ho sfogliato con il burro a freddo anzichè in pomata, e per finire ho aggiunto al centro di ogni spirale un cuore di crema pasticcera. Vi garantisco che se seguirete i passaggi della ricetta e rispetterete pazientemente i dovuti tempi di riposo in una mezza giornata sfornerete delle brioches degne di una pasticceria!

 

brioches pasta danese alla crema

Print Recipe
Brioches di pasta danese alla crema
brioches pasta danese alla crema
Porzioni
7/8 pezzi
Ingredienti
Per la pasta danese:
Per la crema pasticcera:
Porzioni
7/8 pezzi
Ingredienti
Per la pasta danese:
Per la crema pasticcera:
brioches pasta danese alla crema
Istruzioni
  1. Scaldate il latte a 37°, mettetelo in una bacinella e versateci dentro il lievito, mescolate con un cucchiaino e coprite con pellicola; lasciate riposare per 15'. Fate ammorbidire fuori dal frigo 25 grammi di burro presi dal totale.
  2. Versate il composto di latte e lievito nella conca della planetaria (o in una ciotola ampia, se impastate a mano), aggiungete lo zucchero, i 25 grammi di burro morbido, il sale e la vaniglia. Mescolate bene con un mestolo o con il gancio a foglia.
  3. Unite, alternandole, la farina e le uova (vi occorrerà metà uovo intero + metà tuorlo, ciò che rimane lasciatelo da parte: vi servirà per spennellare le brioches prima di infornarle). Impastate per una decina di minuti, a mano o in planetaria con il gancio rovesciando la massa su se stessa per due o tre volte.
  4. Mettete l'impasto a lievitare in una ciotola ampia, in forno con la lucina accesa, fino al raddoppio: occorrerà circa un'ora e mezza. Se ci riuscite, fate in modo che la temperatura all'interno del forno sia di circa 30°: io solitamente lo preriscaldo un pochino e poi lo lascio intiepidire.
  5. Prendete i rimanenti 175 grammi di burro, ponete il panetto tra due fogli di carta forno e battetelo con il mattarello fino ad assottigliarlo un po', poi spianatelo fino a ottenere una lastra di circa 20x20 cm. Rimettete la lastra di burro in frigo fino al momento dell'utilizzo.
  6. Mentre la pasta riposa preparate la crema: scaldate il latte, sbattete i tuorli con lo zucchero e la maizena, versateci sopra il latte a filo e rimettete sul fuoco mescolando continuamente finché il composto non si addensa. Tenete da parte coprendo con pellicola a contatto.
  7. Una volta trascorso il tempo di lievitazione stendete l'impasto su un piano abbondantemente infarinato fino a ottenere un quadrato di circa 40x40. Mettete nel centro la lastra di burro preparata in precendenza e richiudete i quattro lembi di pasta su di essa fino a coprirla del tutto. Fate riposare in frigo per 20', poi riprendete la pasta, stendetela in una striscia e piegatela in tre; ripetete l 'operazione altre due volte, ogni volta tenendo davanti a voi la parte con le pieghe visibili.
  8. Trascorso anche il riposo dopo l'ultima piega riprendete la pasta e stendetela in un rettangolo di circa 35x25 cm, da cui ricaverete 7 o 8 strisce nel senso della lunghezza. Arrotolate ogni striscia su se stessa, come a formare una spirale, poi arrotolatela come per formare una girella. Mettete tutte le girelle su una leccarda rivestita di carta forno.
  9. Allargate un po' le brioches al centro in modo da ricavare un incavo in cui verserete una cucchiaiata di crema, poi spennellatele con un po' di tuorlo d'uovo sui bordi. Cuocete in forno caldo a 180° per circa 15/18 minuti.
Recipe Notes

Come quasi tutti i lievitati, queste brioches danno il meglio di sé appena sfornate. Sono ottime anche nei giorni successivi a patto che le scaldiate per qualche minuto in forno prima di mangiarle, in modo che la sfoglia torni ad essere fragrante.

Ricetta adattata da Scandikitchen - Dolci Hygge di Bronte Aurell.

 

brioches pasta danese alla crema

Facebook Comments

18 Comments

  • saltandoinpadella

    Io più che i lievitati in generale temo gli sfogliati Ho sempre paura che mi venga fuori un impasto “gnocco”. Queste brioche sono favolose, appena le ho viste su IG me ne sono innamorata. Bellissima sfogliatura e sicuramente deliziose. In questo periodo non ho abbastanza tempo da dedicare a un lievitato ma prima o poi le proverò perchè sono troppo invitanti. QUasi quasi ci metterei anche un po’ di uvetta

    • tizi

      grazie mille cara! l’uvetta in casa mia non è molto apprezzata, ma con questo tipo di impasto starebbe benissimo! spero che prima o poi ti riesca a provarle perchè meritano veramente. un abbraccio!

  • Mary Vischetti

    Tizi, sei stata bravissima e queste brioches sono un incanto per gli occhi, immagino quanto lo siano per il palato…Ne vorrei un paio per la colazione di domani cara, mi fanno tantissima gola! Complimenti per la ricetta e per le bellissime foto!
    Baci,
    Mary

    • tizi

      ah ah! ok! ma son sicura che se ti ci metti ti vengono perfette… sei cintura nera di pizza a lunga lievitazione, cosa vuoi che ti facciano due brioches? un abbraccio cara, buon weekend!

  • Gaia sera

    E meno male che hai timore dei lievitati perché se non ne avessi cosa faresti? Questi danesi sono splendidi, la sfogliatura perfetta, la forma pure e ucciderei per averne anche solo uno qui, in questo preciso momento, mentre aspetto in macchina ed ho già fame anche se dovrò aspettare almeno fino alle 2. Direi che la paura dei lievitati a questo punto dovrebbe essere completamente svanita, non credi? 😉
    Un abbraccio e tanta invidia amica mia ❤️

    • tizi

      cara ti ringrazio tanto per le tue parole, diciamo che stavolta è andata bene ma la strada per diventare esperta è ancora lunghissima, sono appena ai primi passi! comunque sono felice che le mie briochine ti siano piaciute… ti abbraccio e ti auguro un bellissimo fine settimana – che contempli pranzi ad orari più decenti rispetto a quelli posticipati a oltranza a causa della sempre frenetica routine quotidiana! a presto 🙂

    • tizi

      Il libro merita tantissimo, te lo straconsiglio! E sono felice che le mie brioches ti siano piaciute 🙂 Un abbraccio cara, buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *