biscotti,  colazione,  highlights,  light

Biscotti leggeri con farina di kamut & sciroppo d’acero

Prima di iniziare a pensare al Natale e ai suoi dolci ricchi, ai biscotti burrosi e ai pandori farciti, meglio rimettersi un po’ in riga con una colazione leggera e sana. Era da un po’ che non sfornavo dei biscotti rustici e non troppo calorici, dalla trama ruvida e belli croccanti. Girovagando in rete ho trovato questa ricetta che mi ha subito ispirato fiducia: la farina di kamut regala sempre una consistenza particolare, lo sciroppo d’acero ha un aroma intenso – e consente inoltre di amalgamare l’impasto senza usare troppi grassi. Al posto di un normale zucchero di canna ho messo il muscovado per rendere il tutto ancora più profumato e meno stucchevole ed ecco qua il risultato! Ringrazio di cuore Ros per questa ricetta che è davvero favolosa, l’impasto si stende facilmente e si prepara in un lampo e il risultato è veramente ottimo. Provare per credere 😉

Print Recipe
Biscotti leggeri con farina di kamut & sciroppo d'acero
Porzioni
25/30 pezzi
Ingredienti
Porzioni
25/30 pezzi
Ingredienti
Istruzioni
  1. Mescolate la farina di kamut con lo zucchero, il lievito e il sale in una ciotola ampia o nella conca della planetaria.
  2. Aggiungete lo sciroppo d'acero, l'olio e l'uovo e lavorate usando il gancio a foglia oppure un mestolo di legno e poi le mani; se necessario aggiungete ancora un pochino di olio per formare una massa unica: se avete un uovo di grandi dimensioni non servirà, ma se fosse piccolino potreste avere bisogno di un po' di liquido in più per compattare il tutto. Fate riposare il panetto in frigo avvolto nella pellicola trasparente per almeno mezz'ora.
  3. Stendete l'impasto su un piano leggermente infarinato allo spessore di circa un centimetro, ritagliate i biscotti, infornateli a 180° e fate cucere per circa 10'.
Recipe Notes

Potete aromatizzare questi biscotti con scorza di arancia o limone oppure anche con un pizzico di cannella che sta molto bene con il retrogusto di melassa dello zucchero muscovado.

Facebook Comments

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Settings

Scegli una ricetta per categoria