*

Frittelle di riso
carnevale,  fritti,  piatti della tradizione

Frittelle di riso

Se c’è una cosa che non mi faccio mai mancare per Carnevale sono i tradizionali dolcetti fritti: cenci (dalle mie parti li chiamiamo così, sono conosciuti anche come chiacchiere o frappe) e frittelle di riso.
Questa è solo una delle mille ricette possibili, ma è quella che preparo ogni anno e generalmente accontenta tutti! E’ facile da preparare, basta utilizzare il tipo di riso giusto, ovvero quello originario, da minestre, e far riposare il composto prima di passare alla frittura. Io solitamente preparo l’impasto il giorno prima e lo conservo in frigo: il giorno successivo basterà un tuffo nell’olio bollente ed ecco servite delle frittelline gustose e dolci al punto giusto!

Ingredienti:

300 gr di riso originario
1 litro di latte intero
200 gr di zucchero
3 uova
200 gr di farina circa*
1 bustina di lievito
un pizzico di vaniglia
un pizzico di sale
2 cucchiai di vin santo
la scorza grattugiata di un limone
olio di semi di arachidi per la frittura
* la quantità esatta dipende da quanto il riso ha assorbito il latte e da quanto grandi sono le uova

frittelle di riso

In una pentola antiaderente mettete il riso e il latte, a freddo. Mettete sul fuoco e fate cuocere il riso piuttosto al dente; con queste dosi il liquido verrà quasi interamente assorbito.
Una volta cotto il riso spegnete il fuoco, aggiungete lo zucchero e mescolate bene.
Lasciate intiepidire il composto, poi aggiungete le uova, una alla volta, e successivamente la scorza di limone, la vaniglia, il lievito, il sale, la farina e il vin santo. Amalgamate il tutto e lasciate riposare in frigo per una notte.
Il giorno dopo fate cuocere le vostre frittelle nell’olio bollente fino a doratura, prelevando l’impasto a piccole dosi con un cucchiaino (io ho sorriso quando ho letto l’annotazione nel mio ricettario: ‘più sono  piccole e più sono buone’… è proprio così, armatevi di pazienza e fate delle frittelline piccine, saranno più gustose e cuoceranno meglio!).
Scolate le frittelle su carta assorbente (io le metto in un sacchetto di carta gialla, quelli in cui i fornai incartano il pane, e le scuoto un po’ per eliminare l’olio in eccesso) e rotolatele ancora calde in abbondante zucchero semolato.

frittelle di riso

Facebook Comments

26 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Settings