Strudel alle mele
dessert,  dolci alle mele,  sfoglia

Strudel sfogliato alle mele

Ho sempre avuto un debole per i dolci alle mele ma in realtà finisco sempre per preparare lo stesso tipo di torta: quella soffice, da colazione per intendersi: o arricchita con la ricotta, o burrosa e soffice (di rado eh!) o molto umida e principalmente a base di frutta, con poca pasta a legare il tutto.
Però devo ammettere di non essere affatto un’esperta né di strudel né di apple pie.&nbsp
Perciò ho deciso di fare un passo alla volta e di iniziare dallo strudel. All’inizio mi sono affidata al Cucchiaio d’Argento, tentando di replicare quello ‘originale’ fatto con una pasta composta semplicemente da farina, uova e poco altro. Una ricetta tecnicamente impeccabile: la pasta teneva benissimo il ripieno e restava della giusta consistenza anche un paio di giorni dopo. Però ecco, a me sarebbe piaciuto rendere il tutto un po’ più goloso: volevo provare una versione sfogliata. E siccome non mi andava affatto di comprare la sfoglia pronta ho deciso di rispolverare una ricetta che più che una ricetta è un colpo di genio: la finta sfoglia!

Io l’ho copiata dal blog di Emanuela, Pane, burro e alici – trovate qui il post in cui l’ho scoperta. Me ne sono innamorata subito perché è velocissima da preparare (davvero un minimo sforzo in confronto alla sfoglia classica) e molto più leggera (leggi: 50% di burro in meno)… insomma, un miraggio per me… finalmente avrei potuto preparare in casa la sfoglia senza dover prendere un giorno di ferie!
Fino ad oggi l’avevo utilizzata solo per preparare cornetti sia dolci (cioccolato&nocciole) che salati (ricotta&salmone). Quando ho addentato il primo cornetto e ho visto che sfogliava sul serio… bé, ho ringraziato Emanuela con tutto il cuore!
Anche nello strudel la finta sfoglia non ha deluso le aspettative: ha tenuto benissimo la farcia ed è rimasta croccante al punto giusto. 

 

Per la finta sfoglia:
75 gr di crescenza o stracchino
75 gr di burro
1/2 tuorlo
140 gr di farina
1/2 cucchiaino di zucchero
1 pizzico di sale
2 cucchiai di acqua fredda
 
Per il ripieno:
3 mele renette
pinoli o uvetta
2 cucchiai di marmellata di albicocche
30 gr di pangrattato
1 noce di burro
scorza di limone
cannella
75 gr di zucchero

Per spennellare:
latte qb
l’altro 1/2 tuorlo

 

strudel mele finta sfoglia

Procedimento:
Disporre la farina a fontana con lo zucchero e il sale, unire burro e formaggio freddi tagliati a dadini, lavorare con le dita finché la farina non viene assorbita.
Unire il mezzo tuorlo e l’acqua fredda se necessario e formare un panetto da far riposare almeno mezz’ora in frigo.
Passato il tempo di riposo stendere la sfoglia e poi piegarla in quattro come fosse un tovagliolo, spianare di nuovo, piegare di nuovo in quattro, spianare ancora… ed ecco fatto: la sfoglia è pronta all’uso!
A questo punto tagliare a fettine sottili le mele, aggiungere lo zucchero, la cannella, la scorza di limone e i pinoli o l’uvetta secondo i propri gusti. Far dorare il pangrattato in una noce di burro e unire anche quello alla farcia.
Stendere un sottile strato di marmellata sulla pasta, disporvi poi le mele e arrotolare cercando di sigillare bene i bordi. Spennellare lo strudel con il mezzo tuorlo avanzato sbattuto con un po’ di latte e fare delle piccole incisioni trasversali con il coltello.
Infornare su una placca rivestita di carta forno a 180° per 30′.

 

Facebook Comments

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *