• Senza categoria

    Farinata toscana di cavolo nero

    Print Recipe
    Farinata toscana di cavolo nero
    farinata toscana di cavolo nero
    Porzioni
    4/6 persone
    Ingredienti
    Porzioni
    4/6 persone
    Ingredienti
    farinata toscana di cavolo nero
    Istruzioni
    1. Tritate la cipolla, il sedano e la carota, mettete il tutto in una pentola capiente con un po' di olio evo e fate rosolare per qualche minuto, mescolando spesso. Salate, pepate e aggiungete prima le patate tagliate a cubetti piccoli e poi il cavolo nero privato delle coste e tagliato a listarelle sottili. Per ultimo unite i fagioli precedentemente lessati (o in scatola) con il loro brodo. Coprite con abbondante acqua calda, in modo che il liquido superi il livello delle verdure di almeno tre dita. Fate bollire il tutto per un'oretta, poi lasciate raffreddare per mezza giornata o un giorno intero.
    2. Riportate a bollore la minestra preparata in precedenza e aggiungete la farina di mais a pioggia, come si fa per la polenta. Dovrete aggiungerne fino a ottenere crema densa ma non troppo soda. Cuocete a fiamma bassa, mescolando spesso, per almeno una ventina di minuti. Versate il composto in un paio di scodelle, coprite e lasciate raffreddare ancora per qualche ora o per tutta la notte.
    3. Rovesciate la farinata su un tagliere e ricavatene delle fette spesse un paio di cm, poi fatele rosolare in un tegame in cui avrete scaldato un po' di olio evo. Appena inizia a formarsi una sottile crosticina, iniziate a girare e lasciate insaporire bene, aggiustando di sale se necessario. Una volta che la farinata sarà calda e sfaldata, servitela con un filo di olio nuovo a crudo e una macinata di pepe nero.
    Recipe Notes

    Le dosi in ricetta possono servire dalle 4 alle 6 persone, a seconda che la si serva come piatto unico o come primo piatto.

  • Senza categoria

    Ravioli agli agretti con burro e nocciole

    Print Recipe
    Ravioli agli agretti con burro e nocciole
    Porzioni
    4
    Ingredienti
    Porzioni
    4
    Ingredienti
    Istruzioni
    1. Versate la semola in una ciotola e in mezzo rompete l’uovo intero; iniziate a sbattere con una forchetta e poi continuate a lavorare la pasta con le mani su una spianatoia fino a che non avrete ottenuto un panetto liscio e omogeneo; lasciate riposare coperto con un panno o sotto la ciotolina rovesciata per una mezz’oretta.
    2. Fate sbollentare per cinque minuti gli agretti, poi passateli sotto l’acqua fredda, scolateli e strizzateli bene. Mescolate la ricotta agli agretti sminuzzati, avendo cura di togliere il liquido in eccesso anche dalla ricotta stessa. Aggiungete due cucchiai di formaggio grattugiato e regolate di sale e di pepe.
    3. Tirate la pasta piuttosto sottile, stendetela sullo stampo infarinato e adagiate un cucchiaino di ripieno in ogni cavità; coprite con un'altra striscia di pasta e premete bene con il mattarello fino a incidere la pasta, poi staccate delicatamente con le mani i ravioli (oppure procedete nel modo classico, mettendo i mucchietti di ripieno a debita distanza e ritagliando con una rotellina taglia pasta).
    4. Fate fondere il burro con due cucchiai d’olio a fuoco dolce, poi aggiungete le nocciole e lasciatele tostare in padella per un paio di minuti.
    5. Fate cuocere i ravioli in acqua bollente salata per tre o quattro minuti, scolateli e passateli nel burro alle nocciole. Spolverate con il rimanente formaggio e servite.

Privacy Policy Settings

Scegli una ricetta per categoria