biscotti,  cucina dal mondo,  dolci glassati,  festività,  frutta secca,  inverno,  natale

Zimtsterne, le stelline alla cannella

Natale per me vuol dire biscotti.
Biscotti da fare, da regalare, magari da appendere all’albero – chi ci riesce… io ci penso ogni anno ma poi mi piange il cuore nel vedere i miei biscottini che devono rinsecchirsi tra le palline di vetro, mi viene subito d’istinto di chiuderli nei barattoli per mantenerli freschi e mangiarli quando sono ancora buoni e fragranti!
Il collegamento freddo-Natale-biscotto arriva puntuale all’inizio del mese di dicembre, e stavolta non potevo che ispirarmi al libro Regali Golosi di Sigrid Verbert per l’ennesima volta e scegliere il biscottino che mi sembrava più allegro e candido!
Ecco qui dunque le mie Zimtsterne, le stelline alla cannella ricoperte di glassa bianca come la neve.
La ricetta del biscotto in sé è davvero semplicissima, il glassaggio richiede un po’ di tempo e pazienza ma è il modo ideale di passare il tempo in compagnia: reclutate mamme, amiche, sorelle, cugine, zie, armatevi di cucchiaino, stendete le vostre stelline sul tavolo e statevene al calduccio a glassare e chiacchierare, con l’albero acceso e il freddo fuori: c’è forse un modo migliore per aspettare il Natale? 

Ingredienti
per circa 50 stelline

200 gr mandorle
160 gr di farina
100 gr di zucchero a velo
60 gr zucchero
2 albumi
1 cucchiaio raso di cannella in polvere

per la glassa
100 gr zucchero a velo
2 cucchiai di acqua calda

Tritate le mandorle nel mixer a più riprese fino a ridurle in farina.
Mescolate la farina di mandorle così ottenuta alla farina bianca, ai due zuccheri e alla cannella.
Aggiungete infine gli albumi e impastate fino a ottenere un composto sodo (io ho fatto riposare l’impasto per un’oretta in frigo, anche se la ricetta originale non lo prevederebbe).
Stendete il composto aiutandovi con abbondante farina a 1 cm di spessore, ritagliate le stelline e cuocetele a 150° per 10′.
Per la glassa, mescolate energeticamente lo zucchero a velo con l’acqua, aggiungendola gradualmente finché  non otterrete una glassa densa e vischiosa.
Con un cucchiaino glassate le vostre stelline e fatele asciugare bene prima di metterle in un barattolo ben chiuso, o di confezionarle in sacchettini da regalare ai vostri cari!

La ricetta differisce dall’originale per due aspetti: ho tritato le mandorle nel mixer fino a ridurle ad una polvere finissima anziché acquistare la farina di mandorle-  che spesso ha dei prezzi proibitivi – e ho preparato la glassa con zucchero a velo e acqua anziché utilizzare gli albumi perché non mi piaceva l’idea di tenere a lungo in dispensa dei biscotti glassati con albume crudo… ok che c’è lo zucchero a fare da conservante ma se si tratta di far passare giorni, o a maggior ragione se decidete di regalarli, meglio andare sul sicuro 😉

 

Facebook Comments

10 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Settings