Risotto alla zucca e cozze

risotto zucca e cozze

autunno, pesce, primi piatti, zucca | 16 novembre 2016 | By

Questo piatto è nato per caso e, devo ammettere, non per merito mio. Nel weekend mi piace preparare qualcosa di buono e un po’ diverso per la cena, e spesso la scelta cade su cozze & patatine: anni fa, durante un viaggio in Bretagna, ho scoperto quanto fosse deliziosa l’accoppiata ‘Moules e frites’ e da allora le preparo spesso anche a casa, sia nella versione à la creme – con panna o una leggera besciamella – o semplicemente saltate e sfumate con un goccio di vino bianco. Sta di fatto che di fronte al bancone del pesce mi sono fatta prendere un po’ la mano e ho ordinato 3 kg di cozze, che non siamo riusciti a finire. Con le cozze avanzate – e il loro saporito sughetto – inizialmente avevo pensato di preparare un piatto di spaghetti, poi ho pensato che per utilizzare al meglio anche il liquido avrei potuto fare un risotto. E lì l’uomo di casa ha proposto di abbinare alle cozze un po’ della zucca dell’orto. Un risotto zucca e cozze a me inizialmente è sembrata un’idea folle, eppure alla fine mi sono dovuta ricredere! La dolcezza della zucca smorza il sapore forte delle cozze e aggiunge un po’ di cremosità al piatto legando bene il tutto… insomma, l’esperimento si è rivelato un successo e quindi ecco qua la ricetta, che alla fine è molto semplice e anche piuttosto sana dato che per mantecare il riso non ho usato burro né formaggi ma solo un filo di olio evo 😉 

(altro…)

Quinoa con crema di avocado e gamberi in agrodolce

quinoa avocado e gamberi

cereali, light, pesce, piatto unico | 7 giugno 2016 | By

 

Dopo avervi parlato di cous cous, miglio, farro e orzo oggi è la volta della quinoa.
Questi simpatici pallini mettono di buonumore solo a guardarli e sono un ingrediente da utilizzare in mille modi diversi, per preparare polpettine, minestre o piatti freddi, come in questo caso.
La quinoa non è un creale in senso stretto: non appartiene infatti alle graminacee ma è una pianta erbacea che appartiene alla stessa famiglia di spinaci e barbabietole. E’ ricca di proteine, fibre e sali minerali ma priva di glutine, e quindi può essere consumata anche da chi soffre di celiachia.
Io l’ho condita con una crema a base di basilico e avocado frullato e con dei gamberi marinati all’agrodolce con cipolla e pomodorini. Un piatto fresco e leggero ma molto saporito… per portare l’estate almeno in cucina, dato che quest’anno non vuole saperne di arrivare 😉

(altro…)

Ravioli agli asparagi con pesce spada, pinoli e uvetta

La pasta ripiena fatta in casa, si sa, fa subito festa. Richiede tempo, cura e dedizione e non è una di quelle cose che si possono preparare tutti i giorni, perciò ravioli e tortelli stavano in cima alla mia lista dei desideri da tempo. 
Complici la primavera che è finalmente arrivata, gli asparagi che sono tornati a fare la loro comparsa sui banchi di fruttivendoli e supermercati e una domenica mattina libera da impegni, sono finalmente riuscita a mettere le mani in pasta e preparare un raviolo fatto su misura per me.
E’ vero, servono calma, pazienza e un po’ di tempo in più di quello richiesto da un comune primo piatto, ma volete mettere la soddisfazione?
 
ravioli di ricotta e asparagi con pesce spada, pinoli e uvetta

 

Per i miei ravioli ho scelto un ripieno delicato a base di ricotta e asparagi; per accompagnarli ho preparato un condimento veloce: burro fuso, carpaccio di pesce spada e il binomio uvetta/pinoli che da tempo volevo sperimentare nella mia cucina. Neanche a dirlo, questa accoppiata è davvero infallibile, abbinata al pesce dà un tono molto mediterraneo alla ricetta e la rende ancora più golosa. La dolcezza dell’uvetta smorza il sapore deciso del pesce e crea un piacevole contrasto con la nota affumicata… provare per credere!

(altro…)

Zuppa di noodles con daikon, germogli di soia e gamberi

Nelle frequenti e ripetute incursioni al ristorante giapponese, oltre ovviamente al sushi – uramaki e nigiri al salmone restano sempre sul podio dei cibi preferiti – mi piace sperimentare anche i vari antipasti come zuppe, ravioli, insalate, involtini e chi più ne ha più ne metta.
Le mie preferenze variano di periodo in periodo: le prime cene a base di sushi non potevano che iniziare con un’insalata condita con pesce e anacardi; attualmente è il periodo dei gyoza – ne sono diventata ghiottissima e ne mangerei in quantità industriali- mentre lo scorso autunno impazzivo per le zuppe con i noodles, al punto da essermi messa d’impegno per ideare una ricetta da replicare anche a casa.
E’così che è nato questo piatto, una zuppa di noodles a base di germogli di soia e daikon.

 
zuppa di noodles daikon e gamberi

 

Il daikon, conosciuto anche come ravanello cinese, è un elemento fondamentale della cucina nipponica: pare abbia proprietà digestive, drenanti, che faccia bene al fegato e aiuti a sciogliere i depositi di grasso in eccesso; è una radice dal sapore delicato e dall’odore terroso che ricorda vagamente quello dei funghi, e oltre a essere consumato crudo il suo utilizzo ideale è, appunto, nelle zuppe, in cui rimane compatto e dà un’ottima consistenza al piatto.
I germogli di soia hanno anch’essi proprietà benefiche: contengono vitamine e fibre, aiutano a combattere il colesterolo essendo ricchi di lecitina e favoriscono l’accelerazione del metabolismo.
Lo zenzero, infine, è un potente antinfiammatorio e un toccasana per l’apparato digerente, oltre ad avere proprietà anti tumorali.

zuppa di noodles daikon e gamberi

 

Oltre che molto sana questa zuppa è anche light: con 30 gr di noodles a testa otterrete due porzioni abbondanti da servire come piatto unico (oppure quattro porzioni se scegliete di servirla come antipasto). Io in questo periodo di detox – tra un fritto di carnevale e l’atro – me la preparo spesso… è uno di quei piatti che soddisfa la mia golosità pur essendo super sano e a basso contenuto di grassi e carboidrati, quindi ovviamente è già diventato uno dei miei cavalli di battaglia! Potete regolare la consistenza in base ai vostri gusti, aggiungendo più o meno liquidi; io lo preferisco come una vera e propria zuppa, con un bel brodo caldo e profumato, ma niente vieta di servirlo anche in versione più asciutta, semplicemente mettendo meno acqua.
Se  siete d’accordo con me e preferite la versione ‘zuppa’ vi consiglio di servirla bella calda e fumante… e non vergognatevi  di mangiare come in un cartone animato giapponese, bevendo il brodo direttamente dalla vostra ciotolina e infilandovi gli spaghetti in bocca con le bacchette: in Giappone questo comportamento è segno di apprezzamento verso il cibo che si sta gustando. Se vi imbarazzava farlo al ristorante, avete un motivo in più per prepararvi a casa questa zuppa e gustarvela alla maniera orientale… lontano da sguardi indiscreti!

(altro…)

Insalata di salmone affumicato, noci e mele

insalata, light, pesce, piatto unico | 15 dicembre 2015 | By

Non penso di essere l’unica in questo periodo a sentirsi un po’ provata dalle varie cene pre-natalizie e dagli esperimenti culinari che inevitabilmente prendono campo in questi giorni – leggi: produzione massiva di biscotti da regalare, pandori sfornati uno dopo l’altro per testare la lievitazione perfetta, sperimentazione di nuovi dolcetti speziati un po’ finiti sull’albero perché io e il pan di zenzero proprio non andiamo d’accordo (quando non mi piacciono allora sì che ce li appendo i biscotti all’abero!) e altri assaggiati come supremo sacrificio in nome della causa. Che poi va bè, ne assaggi uno, poi un altro. Poi quel pandorino che non ha la perfetta consistenza ma un sapore davvero ottimo che fai, lo lasci lì? E quando fa freddo dopo cena non ti concedi una stellina alla cannella per accompagnare la tisana?
Insomma, è sacrosanto diritto concedersi qualche stravizio in più in questo periodo dell’anno ma si rischia davvero il sovraccarico e per intervallare si ha bisogno anche di qualche piatto che sia più leggero, senza però scendere a compromessi in fatto di gusto!
Questa insalata ve la consiglio davvero spassionatamente: ha un sapore ricco ma allo stesso tempo molto fresco, vi permetterà di consumare una porzione abbondante di verdura – anche un po’ di frutta -e vi garantirà l’apporto di grassi ‘buoni’ come quelli contenuti nel salmone e nelle noci.

L’idea di mettere le noci e le mele nell’insalata la devo a una signora mia vicina di appartamento al mare, anni fa. Io ero poco più che ventenne e la sentii raccontare di questa insalatina che aveva preparato per portarla ad una cena a cui era stata invitata: mi sembrò una cosa talmente esotica e strana che mi rimase impressa – tempi andati, ancora non c’erano i food blog a sdoganare abbinamenti un po’ diversi dal solito 😉

Così non mi è rimasto altro che cercare l’ingrediente perfetto per rendere questa insalata un piatto unico: il salmone mi è sembrato l’ideale, e da allora la preparo spesso.
Lo so, non è una ricetta, è più che altro un’idea, ma provatela, non ve ne pentirete!
Un piatto unico goloso ma anche rinfrescante… per riprendere fiato fino al prossimo invito a cena 😉

(altro…)

Insalata di farro ai frutti di mare

estate, insalata, pesce, piatto unico | 3 luglio 2015 | By

Questa è una delle ricette estive che preferisco! Non sarà il massimo in quanto a originalità, ma ogni tanto, oltre alle rivisitazioni in chiave moderna- light – fusion, ecc. dei piatti, è bello rispolverare i classici, quegli evergreen che non annoiano mai, anzi!
Alzi la mano chi non ha pensato nemmeno una volta con rimpianto, durante l’inverno, al sapore della pasta fredda, dell’insalata di riso, della salsa tonnata spalmata a iosa ovunque o della macedonia appena preparata.
L’insalata di farro è una delle cose che mi viene subito voglia di mangiare appena arriva la bella stagione. Come per riso o pasta freddi gli abbinamenti sono molteplici e ognuno ha la propria versione preferita: c’è chi mette i frutti di mare, chi il tonno, chi sceglie prosciutto a cubetti e formaggio, chi utilizza verdure fresche e chi sottolio o sottaceto, chi è pro cipolla e chi contro (che poi con questo caldo chi la digerisce?!) chi sciacqua l’ingrediente principale sotto l’acqua fredda dopo averlo lessato e chi inorridisce solo al pensiero – confesso, io lo faccio… poi mi sono sentita dare della pazza da un amico che ha vissuto a lungo all’estero e mi ha accusato di trattare la pasta come gli stranieri miscredenti, ma questo è un altro discorso 🙁

 

 
 
 

 

(altro…)

CONSIGLIA Weekend in Umbria