Treccia svedese alle mele #re-cake 2.0

treccia svedese alle mele

Anno nuovo, nuova Re-cake 😉  Negli ultimi mesi non ce l’ho fatta a seguire tutte le proposte di questo bel gruppo ma un buon proposito per il 2017 è proprio quello di ricominciare a preparare una Re-cake al mese:  le ricette sono ogni volta diverse tra loro sia a livello di tecnica che di gusto, vengono da ogni angolo del mondo, c’è tanto da imparare e non c’è mai da annoiarsi! 
In questo gennaio freddo ci siamo spinti addirittura fino in Svezia. Neanche a farlo apposta questa ricetta è capitata proprio in concomitanza con alcune letture che mi hanno fatto venire voglia di visitare i paesi scandinavi, di sperimentare il grande freddo, la grandezza degli spazi, la luce così diversa, i silenzi, l’ordine impeccabile ma accogliente delle case  svedesi che immagino sempre piene di legno e lucine calde. Allo stesso modo mi era venuta voglia di una colazione a base di caffè lunghissimo e kanelbullar, e stavo già cercando in rete la ricetta che mi ispirasse di più per preparare le famose girelle alla cannella, quando ho visto che la Re-cake di gennaio era qualcosa di molto simile ma decisamente più originale: si trattava sì di un lievitato dai profumi speziati, ma con una ricca farcitura a base di mele e un impasto particolarissimo, a base di panna acida. Una treccia dal gusto equilibrato, dalla consistenza soffice e leggera, in cui il ripieno fresco si fonde perfettamente con la pasta, trasformandosi quasi in una crema a mano a mano che la frutta rilascia il suo sciroppo. 
Se anche voi avete voglia di viaggiare verso nord, non avete che da accendere il forno e darvi da fare!

(altro…)

Clafoutis alle cliegie

clafoutis alle cliegie

Non c’è niente da fare, l’estate, ogni anno, mi sospende. Arriva il caldo e io vorrei solo godermi il più possibile questa stagione che tanto amo e che già so sarà troppo breve. Mi viene voglia di uscire la sera, di stare all’aria aperta, di svegliarmi presto la mattina per andare a camminare, di ritagliarmi un po’ di tempo nel weekend per passare qualche ora in spiaggia. Purtroppo le giornate non diventano miracolosamente di trentasei ore quindi è difficile conciliare tutti questi piaceri con i doveri quotidiani… all’inizio cerco di non lasciare indietro niente, poi ovviamente non ce la faccio e puntualmente ogni anno mi ritrovo addosso una stanchezza colossale. E ogni anno mi ricordo che devo rallentare.
Che il bello dell’estate è anche questo: impigrirsi un pochino, accettare i propri limiti e mettere in stand-by alcune passioni per dedicarsi ad altre. Sono stata poco presente qui perché sono stata poco ai fornelli, e devo ammetterlo, mi è mancato, sì, ma è stato un allontanamento naturale, necessario. Un po’ perché con il caldo viene meno l’appetito che è fondamentale per immaginare, progettare e realizzare qualsiasi ricetta… un po’ per pura e semplice pigrizia: se in ottobre aspetto il venerdì sera per mettermi il grembiule e chiudermi in cucina, a giugno appena uscita dall’ufficio vorrei solo fiondarmi a fare aperitivo con un bello spritz fresco senza dover accendere un fornello o rigovernare un piatto!
Detto ciò, ogni tanto la voglia di un dolcino fatto in casa si fa troppo insistente per non essere soddisfatta, e allora che si fa? Si ricorre a ricette semplici, veloci e magari a base di frutta di stagione, come quella del clafoutis. 

(altro…)

Torta alla ricotta & pere di Sal De Riso

La torta alle pere e ricotta del maestro Sal  De Riso l’ho scoperta tempo fa grazie a questo post della bravissima Elisa, padrona di casa del blog La mamma cuocò – e ho subito pensato che avrei dovuto provare anch’io a farla appena avessi avuto occasione.

Devo ammettere che all’inizio ero un po’ spaventata all’idea di preparare un dolce farcito di panna e ricotta senza utilizzare gelificanti o addensanti: avevo paura che il ripieno non reggesse e di non riuscire a ottenere un dolce dalla forma presentabile, in grado di stare ‘in piedi’ da solo. Ma il bello di essere blogger è anche  avere la possibilità di consultarsi con chi ha più esperienza… così ho contattato Elisa e lei mi ha detto di star tranquilla, la ricetta era attendibile e il risultato sarebbe stato sicuramente un successo. Grazie al suo incoraggiamento e ai suoi consigli mi sono messa all’opera, ed ecco il risultato!
 
torta ricotta pere sal de riso
 

(altro…)

Light cake di yogurt & frutta

Fare colazione con un dolce fatto in casa è una cosa che adoro – e va beh, non c’era bisogno di dirlo, si capiva già fin troppo bene dal nome del blog 😉
In effetti nessuna creazione culinaria mi rende orgogliosa quanto l’apparecchiare la tavola per la prima colazione con qualcosa di autoprodotto!
Però- ed è un però rilevante – non si possono mangiare tutti i giorni frollini burrosi, torte cioccolatose o troppo ricche di grassi e zuccheri. Insomma, in ogni ricettario che si rispetti non deve mancare qualche alternativa per iniziare la giornata senza sensi di colpa ma pur sempre con un dolcetto!
E poi mi sembrava giusto postare l’ultima ricetta light prima di tuffarsi a capofitto in tutti gli stravizi del periodo pre-natalizio!

 
 
cake frutta e yogurt

 

Questo cake, tratto pure lui dal libro Regali golosi – giuro che la smetto. altre due ricette, tre al massimo, e la smetto!!! – è preparato con yogurt e frutta. Nella ricetta originale Sigrid metteva i mirtilli, io – vista la stagione e la necessità di smaltire un sacchettino di frutta disidratata che avevo in frigo –  ho optato per della frutta mista.
E’ un cake semplice, sia nel gusto che nella preparazione.

(altro…)

Clafoutis alle pere & cioccolato – Re-cake #8

Nuovo mese, nuova ricetta: dopo i cruffins preparati a settembre, per ottobre le admin di re-cake hanno proposto un dolce semplicissimo da preparare, a base di frutta: il clafoutis!
Il clafoutis ha origini francesi e tradizionalmente viene preparato con ciliegie ricoperte da una pastella a base di uova, zucchero, farina e poco altro. Pare che in origine le ciliegie venissero lasciate intere, con tanto di noccioli, che avrebbero dato un aroma particolare al dolce.
Io ho attraversato la mia fase clafoutis un paio di estati fa: praticamente per settimane non ho sfornato altro, e come a volte accade quando ti innamori di un dolce ne fai abuso e poi lo lasci da parte e finisci per dimenticartene… è stato quindi un piacere ritrovare questa ricetta nella versione autunnale a base di pere e arricchita con gocce di cioccolato fondente.
Semplice da fare (e anche completamente light se utilizzate solo latte, come facevo io al tempo, e niente panna) e tanto tanto buono, si prepara in un attimo e solitamente finisce altrettanto in fretta!
 
 
clafoutis pere e cioccolato

(altro…)

Tartellette all’amarena e frangipane alle mandorle

colazione, dolci alla frutta | 24 agosto 2015 | By

 

Eccomi qua, a distanza di un mese dall’ultimo post e a quasi due dall’ultima volta che ho acceso il forno… faceva caldo, sì, ma non solo. Avevo bisogno di allontanarmi un po’ dalla quotidianità, dai fornelli, dagli orari, dalle abitudini.
Sono di ritorno da un viaggio meraviglioso fra Spagna e Portogallo, in cui ho scoperto angoli di mondo pieni di arte, in cui ho capito l’importanza dei parchi, respirato l’aria di vicoli immobili e silenziosi e poi quella delle strade affollate, piene di vita, che si accendono di profumi e luci la sera… e in cui ovviamente ho potuto sperimentare anche nuovi sapori, nuovi modi di apprezzare e condividere il cibo.
Non so se mai una ricetta spagnola sbarcherà su questo blog, e non importa in fondo. Quello che importa è che aspetto settembre con una rinnovata voglia di mettere le mani in pasta per sperimentare e imparare cose nuove.

 

Una volta rimesso piede in cucina ho pensato subito alla ricetta rimasta in sospeso alla partenza: la recake di luglio-agosto, ovvero delle splendide tartellette ripiene di marmellata e crema frangipane; si chiamano Bakewell Tarts e prendono il nome dal paese di Bakewell, in Inghilterra, di cui sono originarie.
Prima della partenza mi era stata regalata un’ottima marmellata di amarene fatta in casa. Visto che per la pigrizia/stanchezza di cui sopra, quest’anno non ho auto-prodotto nemmeno un vasetto di marmellata, ho approfittato del regalo per farcire le tartellette,  e devo dire che mai abbinamento fu più azzeccato di quello tra mandorle e amarene!
La frangipane tra l’altro è una preparazione secondo me sottovalutata: è una via di mezzo tra un impasto e una crema, e oltre a essere profumata e delicata la si può personalizzare utilizzando la frutta secca che si preferisce (giusto stamani immaginavo delle tartellette all’orange curd e frangipane alle nocciole, per dire… ma facciamo un passo alla volta!).
Veniamo dunque a ingredienti e preparazione… ci sono due o tre passaggi da eseguire, ma al solito la ricetta è una garanzia e se la seguirete passo passo non c’è da temere: il risultato è garantito!

(altro…)

Cheese cake ai frutti rossi… senza cottura!

cheese cake ai frutti rossi
 
Il caldo mi ha tenuta, ancora una volta, per diverso tempo lontana da fornelli & co.
Si dà il caso però che in questi giorni si festeggiasse un compleanno importante in famiglia… così ho deciso di rimettere indietro il calendario di un mese e di preparare la re-cake di giugno che non ero mai riuscita a fare, un po’ per mancanza di tempo e un po’ perchè avevo appena iniziato un periodo di detox che prevedeva l’eliminazione dei latticini dalla mia dieta… insomma, non avrei potuto tenermi in casa una cheese cake così golosa senza mandare in frantumi tutti i miei buoni propositi!
A distanza di quasi un paio di mesi, però, e con la prospettiva di regalare la torta limitandomi all’assaggio di una fetta (diciamo pure due va, che se uno deve fare uno strappo alla regola tanto vale goderselo per bene) questa ricetta di cheese cake senza cottura è stata davvero provvidenziale.
Non ho dovuto accendere il forno, ho preparato il tutto in un tempo brevissimo – fatta eccezione per i tempi di riposo, la preparazione in sé è davvero velocissima – e la torta ha avuto davvero un gran successo! Profumata, fruttata e niente affatto stucchevole: una via di mezzo tra una torta gelato e una classica cheese cake, arricchita dal tocco goloso dei frollini al cacao e dalla freschezza dei frutti rossi.
 
 
 
 
 

(altro…)

Rugelach ai frutti di bosco

Rugelach: molto probabilmente questo nome non vi suonerà familiare. 
Almeno, io non ne avevo mai sentito parlare finché, qualche mese fa, non ho scoperto questi dolcetti grazie al Cavoletto di Bruxelles – amo moltissimo quel blog, lo ritengo uno dei più autorevoli, originali ed esteticamente perfetti del web, e sono tante le ricette di Sigrid che stampo e conservo nella mia scatola delle ricette da provare. 
Così lo scorso weekend ho tirato fuori questa e mi sono messa all’opera!
 
 rugelach ai frutti di bosco
 
Nonostante il nome suoni così strano, i rugelach sono dei cornettini di pasta ripieni molto semplici da preparare, che appartengono alla tradizione ebraica. Pare che originariamente l’impasto fosse a base di panna acida, sostituita poi con il formaggio spalmabile dagli ebrei americani. All’interno possono essere farciti con cacao, nocciole, spezie, composte o confetture di frutta. Io ho scelto, appunto, della marmellata ai frutti di bosco per alleggerirli un po’ dato che la pasta, composta da farina, formaggio e burro in parti uguali, risulta di per sé molto golosa e burrosa.

(altro…)

Il Posto delle Fragole

 Una cheese cake estratta dalla tortiera troppo presto che si sfalda: sono sincera, è da qui che è nato tutto.
Una cheese cake (questa, esattamente) che avrei voluto decorare con panna e fragole per portarla ad una cena.
Buttare via tutto e preparare un’altra ricetta? Sarebbe stato un peccato. Perché alla fine ho deciso di coppare la torta rovinata e creare con questa base un dessert monoporzione che ha avuto davvero un gran successo: ha un sapore deciso, freschissimo e niente affatto stucchevole, particolarmente adatto per chi ama i dolci originali, un po’ sopra le righe.
La ricetta sembra complicata perché richiede tre preparazioni (se volete leggerle spiegate in dettaglio, le trovate quiqui, e qui), ma in realtà tutte e tre sono molto semplici nell’esecuzione e non richiedono molto tempo, fatta eccezione per la granola  (io a dire il vero l’avevo a disposizione già pronta dato che la preparo spesso perché mi piace mangiarla a colazione… e vi consiglierei, già che accendete il forno, di raddoppiare le dosi e tenervi un bel barattolo in dispensa pronto a darvi il buongiorno ogni mattina!).
Ad ogni modo vale la pena di faticare un po’… nel posto delle fragole troverete un gusto vivace, fresco e sorprendente: il gusto della primavera in arrivo!
dessert monoporzione

(altro…)

Winter citrus upside down cake per Re-cake 2.0 di Marzo

Una torta per salutare l’inverno, e per condividere di nuovo con tantissime altre blogger o semplicemente amanti della pasticceria & co. una ricetta particolare scelta dalle amministratrici di Re-cake 2.0: come già detto qui, ogni mese al gruppo di Re-cake viene proposta una torta da realizzare con qualche piccola personalizzazione (in questo caso avremmo potuto scegliere il tipo di farina, olio e agrumi, oltre alla forma del dolce). Per il resto si segue la ricetta che in questo caso aveva come particolarità la presenza delle spezie (il cardamomo in primis) e degli agrumi.
Il principio è quello di qualsiasi torta rovesciata: si mette il caramello sulla base della tortiera, si dispongono le fette di agrumi e poi si versa sopra l’impasto.
 
torta agli agrumi e cardamomo
CONSIGLIA Petto di pollo con cocco e lime