Gelato alla nocciola & pistacchio (ricetta base per fiordilatte)

gelato home made pistacchio nocciola base fiordilatte

Che fare quando si ha voglia di dolce ma il caldo imperversa e accendere il forno diventa altamente sconsigliabile? Semplice: si fa il gelato!
Chi mi conosce sa che sono restia ad abbandonare i miei amati biscotti, le crostate, le torte da forno, eppure nei mesi estivi anch’io getto la spugna, un po’ per il caldo e un po’ – diciamo la verità! –  perchè ho più voglia di andare in giro, uscire a cena o andare a fare una bella passeggiata serale piuttosto che chiudermi in casa a spadellare… Devo dire che quando, a fine primavera, ho deciso di comprare su internet una gelatiera usata (a pensarci bene la definirei addirittura vintage 😉 ) l’ho fatto più per accontentare l’uomo di casa, gran consumatore di gelato artigianale, che per mia personale soddisfazione. Ero scettica su quanto l’avremmo effettivamente utilizzata e su quali risultati potesse dare: non avevo mai fatto il gelato in vita mia, e immaginavo fosse piuttosto faticoso e complicato produrne uno degno di una vera gelateria… Ecco, posso assicurarvi che i miei timori si sono rivelati del tutto infondati: ci sono volute, sì, diverse prove, ma  alla fine il risultato è stato impeccabile e ormai  quello con la gelatiera è diventato un appuntamento fisso di ogni sabato pomeriggio!
Se mai voleste seguire le mie orme, vi consiglio di prendere una buona gelatiera, anche usata – in rete se ne trovano tante – con il cestello autorefrigerante: non dovrete mettere il contenitore dentro e fuori dal freezer, vi basterà accendere, versare il composto all’interno e aspettare che il gelato sia pronto. Dopo una mezz’ora o poco più avrete un gelato bello cremoso pronto da servire – se seguite la ricetta qui sotto si manterrà così anche dopo diverse ore passate in congelatore, diventando un pochino più solido e meno setoso solo nei giorni successivi. La mia ricetta prevede la pastorizzazione di latte e panna, quindi il gelato si conserva tranquillamente per una settimana; nei giorni successivi alla produzione ricordate di tirarlo fuori dal frigo una decina di minuti prima di servirlo per lasciarlo ammorbidire. Le dosi che trovate in ricetta sono per circa un kg di gelato, la quantità che può accogliere una gelatiera standard; io solitamente preparo doppia dose di base al fiordilatte, poi la divido, la aromatizzo in due modi diversi e procedo alla mantecatura separatamente. Attualmente i gusti a base di frutta secca sono i miei preferiti, ma la ricetta base è valida anche per preparare stracciatella o menta, come ho scritto nelle note.  Tra l’altro con l’occasione ho scoperto quanto sia facile preparare una pasta di frutta secca 100% home made, golosa e personalizzabile, e sto sperimentando altre ricette in questo senso… ma questo ve lo racconterò un’altra volta, magari tornando al mio argomento preferito: la colazione! Intanto vi lascio la ricetta per quello che a mio parere è il gelato perfetto: cremoso, ricco e dolce al punto giusto!

Print Recipe
Gelato al pistacchio o nocciola - e ricetta base per il fiordilatte
gelato home made pistacchio nocciola base fiordilatte
Porzioni
6/8 porzioni
Ingredienti
per aromatizzare:
Porzioni
6/8 porzioni
Ingredienti
per aromatizzare:
gelato home made pistacchio nocciola base fiordilatte
Istruzioni
  1. Mescolate il latte con la panna, il destrosio, l'estratto di vaniglia, la farina di semi di carrube e 130 grammi di zucchero. Mettete sul fuoco, portate a 80° e mantenete il composto a questa temperatura per due minuti; poi spegnete, mettete la pentola a bagnomaria in acqua fredda in modo da raffreddare velocemente la crema e trasferite in frigo per una mezz'ora o più.
  2. Tritate la frutta secca in un tritatutto con i rimanenti 70 grammi di zucchero fino a ottenere una pasta omogenea - occorreranno 5/10 minuti.
  3. Unite il composto a base di latte e panna con la pasta di frutta secca e amalgamate bene utilizzando il mixer a immersione; frullate per un paio di minuti, poi trasferite il tutto nella gelatiera e mantecate per 30 minuti circa. A fine mantecatura se volete potete aggiungere altra frutta secca tritata grossolanamente.
Recipe Notes

Se non volete aggiungere la frutta secca potete mettere il composto base direttamente in gelatiera e avrete un ottimo gelato al fiordilatte; per la stracciatella potete aggiungere a metà mantecatura 80 gr di cioccolato fondente tritato grossolanamente; per un gelato freschissimo alla menta aggiungere invece 100 gr di sciroppo alla menta prima della mantecatura.
Se come me siete intolleranti, potete utilizzare panna e latte senza lattosio e il risultato sarà ugualmente perfetto.

     

Comments

    • Leave a Reply

      tizi
      7 luglio 2017

      grazie a te per non esserti dimenticata di me ed esser passata a trovarmi! buon weekend!

  1. Leave a Reply

    Melania
    7 luglio 2017

    Tizy riesce difficile anche a me mettere da parte torte e crostate, ma al gelato non sono resistere ed il tuo sembra squisito! 😍😋

  2. Leave a Reply

    zia consu
    7 luglio 2017

    wow, direi che il tuo acquisto è stato più che azzeccato e sei diventata una vera esperta! Non ho mai usato il destrosio e i semi di carruba x il mio gelato, io vado sul semplice con una base di crema o, nel caso dei sorbetti, di purea di frutta e sciroppo di zucchero. Devo provare anche il tuo metodo 🙂
    Buon we e sarebbe un sogno capitare da te il sabato pomeriggio x fare l’assaggio 😛

    • Leave a Reply

      tizi
      7 luglio 2017

      ciao consu! per i sorbetti non li uso nemmeno io, ma per per quanto riguarda il gelato con base fiordilatte li ho trovati molto utili: la farina di semi di carrube contribuisce ad addensare e il destrosio reagisce diversamente alle basse temperature rispetto allo zucchero facnedo sì che il gelato si mantenga cremoso più a lungo anche dopo il riposo in congelatore! ti ringrazio tanto per la visita, mi piacerebbe un sacco gustarmi una bella coppetta in tua compagnia! un abbraccio grande 🙂 buon weekend!

  3. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    7 luglio 2017

    Meglio che non fossi venuta a leggere questo post. Ora la tentazione di comprami la gelatiera è davvero grande. Mi ero sempre detta che non avrei avuto spazio nel mio piccolo freezer per mettere il cestello 😉
    Il problema è che starei tutto il giorno a mangiare gelato!

    • Leave a Reply

      tizi
      10 luglio 2017

      eh io come te ho un congelatore piccolino ma il cestello autorefrigerante non permette di accampare scuse! ora il problema è far posto ai kg di gelato che faccio settimanalmente 🙂 vedrai che se fai l’acquisto non te ne penti, e poi con tutto lo sport che fai cosa vuoi che sia una coppetta di gelato in più?! un abbraccio cara, buona settimana e grazie di essere passata!

  4. Leave a Reply

    Valentina
    9 luglio 2017

    Sai che non ho ancora fatto un gelato, quest’anno? Che vergogna!!! Devo rimediare al più presto, intanto mi incanto guardando il tuo che è così goloso! Chissà che buono, bravissima Tizi 🙂 Un abbraccio grande e buona serata :**

    • Leave a Reply

      tizi
      10 luglio 2017

      Grazie mille Vale! Sia per essere passata che per aver apprezzato la mia proposta! un abbraccio stretto a te! buon lunedì 🙂

  5. Leave a Reply

    ConUnPocoDiZucchero Elena
    12 luglio 2017

    oh che bello qst post ricco di entusiasmo! anche io amo i gelati e la gelatiera ce l’ho da anni ma non mi ha mai deluso. siamo pronte per una estate a tutto gelato insomma!!

  6. Leave a Reply

    tizi
    12 luglio 2017

    assolutamente sì! gelati fatti in casa a go go, io poi devo rifarmi di tutti gli anni passati senza 😉 un bacione cara, grazie della visita!

  7. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    19 luglio 2017

    Anche io amo i gelati e finora li sto preparando con il bimby ma non è la stessa cosa. Giusto per accontentarsi insomma. Sto cercando una gelatiera usata da diversi mesi ormai, ma non ho ancora trovato l’occasione giusta. Ma persevero, non c’è problema. Quando poi mi trovo davanti un gelato come il tuo!!!! Divino, bravissima tesorino

    • Leave a Reply

      tizi
      24 luglio 2017

      terry grazie, troppo gentile! vedrai che troverai l’occasione giusta anche te… pure io ci ho messo un po’ ma alla fine ne è valsa la pena, ho risparmiato e ho trovato un oggetto davvero valido! un abbraccio cara, a presto!

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Torta di mais