Frollini al cacao con la ricetta di Ernst Knam

biscotti, cioccolato, colazione | 25 maggio 2015 | By

Cosa fare se il tempo fa i capricci, è sabato pomeriggio e non fa che piovere, e torna pure il freddo?

Si torna indietro con il calendario anche in cucina, e anziché pensare a torte con le fragole, cheese cake o altri dolcetti più primaverili si infornano frollini al cacao!
 
 

 Sabato mi sono ricordata che avevo in congelatore della frolla avanzata dalla preparazione della Mocaccina di Ernst Knam.

Se come me non vi perdevate una puntata di Bake off l’inverno scorso sapete di cosa sto parlando: la ricetta prevedeva una base di frolla al cacao, una crema al cioccolato e caffè e una decorazione molto scenografica a base di ganache al cioccolato bianco e fondente.
 
Devo dire che è stata l’unica ricetta presa da Bake off che ho replicato – l’anno prossimo spero di riuscire a far meglio 😉 – e tecnicamente era impeccabile: il procedimento per decorare la torta era spiegato chiaramente, i tempi di cottura azzeccati ecc.
Però la frolla mi aveva convinta più della farcitura, a mio avviso – e anche di chi ha assaggiato la mia Mocaccina – un po’ troppo carica e pastosa.
 
Perciò anziché in un’altra torta la frolla avanzata si è trasformata in un barattolo di biscotti rotondi, buoni e semplici, arricchiti solo con qualche goccia di cioccolato… io non ne ho messe tante, perché l’impasto è già ricco di cacao, ma quelle poche che bastano per variare un po’ la consistenza del biscotto da un morso all’altro.
Se siete particolarmente golosi però potete anche abbondare, o  magari utilizzare gocce di cioccolato bianco per rendere i biscotti un po’ più scenografici!
 

(altro…)

Torta salata al caprino con pomodorini e basilico – Re-cake #4

 
I mesi volano veloci e siamo già a maggio.
Il che significa poter stare un po’ di più all’aria aperta, magari quando si esce a cena o per un aperitivo, o semplicemente godersi il sole sdraiati su un prato con le coperte e una birra fresca.
Finalmente ho ricominciato a correre, i miei soliti pochi chilometri ma con costanza, senza dover saltare giorni di allenamento per l’ennesima, noiosissima, pioggia di fine aprile.
Sabato scorso però la pioggia è ritornata, e io ne ho approfittato per mettere le mani in pasta, accendere il forno e onorare il nuovo mese con una nuova Re-cake!
Le admin ormai per me sono fonte fidata di ricette buonissime, e soprattutto collaudate e affidabili. Se così non fosse, probabilmente non mi sarei azzardata a fare una torta salata con un impasto così poco ortodosso: non una sfoglia, non una brisée, né una pasta matta… e nemmeno la classica pasta per pizza: l’impasto è fatto con il lievito di birra, ma c’è anche l’uovo. E soprattutto – notizia bomba per chi come me vorrebbe sperimentare tanto di più in cucina ma non trova mai il tempo necessario – non necessita di alcun tempo di riposo!
Anche la scelta della farcia è ottima: il profumo di pomodorini e basilico anticipa l’estate e il caprino dà un gusto davvero particolare, ma non troppo invasivo se come me ne usate uno fresco. 
 
torta salata al caprino

 

(altro…)

Uova ripiene al tonno & zenzero

antipasti, estate, piatto unico | 18 maggio 2015 | By

Se nello scorso post vi dicevo quanto sia meraviglioso per me ricevere in dono ricette, in questo vorrei aggiungere che un altro regalo da me parecchio, ma parecchio gradito, sono le materie prime, soprattutto se biologiche, autoprodotte e genuine al cento per cento!
Sabato mi hanno regalato delle uova fresche meravigliose, erano talmente belle che anziché prepararci una frittata, come avevo pensato inizialmente, ho deciso di bollirle e prepararle ripiene.
Le uova abbinate al tonno sono un classico, io ho aggiunto lo zenzero che oltre a fare tanto bene rende un po’ più fresco e originale il piatto.

uova al tonno e zenzero
 

(altro…)

Alice’s cookies: la ricetta originale per gli oatmeal choco-chip cookies, direttamente dalla California!

Dopo i pancakes, un’altra ricetta tipicamente americana.
Ma non una qualsiasi: questa è una ricetta di quelle vere, viene da una casa nel cuore della California e mi è stata regalata – insieme a un primo assaggio di questi golosissimi biscottoni – da un’amica che ha vissuto là per qualche mese.
Sarà sciocco, ma l’idea di avere a disposizione una ricetta che fa parte della tradizione di una famiglia che abita a migliaia di chilometri da qui mi rende felice. E’ vero, c’è internet, basta aprire una pagina web per trovare milioni di siti con milioni di ricette provenienti da qualsiasi parte del mondo, ed è bellissimo che sia così (non avrei aperto un blog se non amassi questo tipo di condivisione) ma una ricetta trascritta a mano – con tutte le spiegazioni di chi la conosce davvero a menadito – è per me infinitamente più preziosa.

cookies con avena e cioccolato

 

Come in ogni ricetta americana, le dosi che avevo erano quasi tutte indicate in cups (tranne quella del burro, già in grammi, e quelle dei liquidi). Cercando di convertire da cup a grammi mi sono resa conto che in siti diversi corrispondevano rapporti diversi: in effetti per la conversione ci si dovrebbe basare sul peso specifico di ogni ingrediente e non è facile essere precisi.
Documentandomi meglio, ho scoperto che il modo più attendibile per effettuare la conversione consiste nel moltiplicare il numero delle cups x 236,59 e ottenere i millilitri corrispondenti.
Come riscontro, una volta tradotte le cup in millilitri ho provato a pesare ogni singolo ingrediente e non sempre il peso era uguale a quello che avrei ottenuto applicando il coefficiente indicato nelle tabelle di conversione. Visto che le mie dosi hanno funzionato benissimo penso proprio che il metodo millilitri sia preferibile e che le tabelle avrebbero potuto portarmi fuori strada.
In ogni caso, vi lascio la ricetta con tutte le unità di misura – poi corro su Amazon a ordinare un set completo di cups, tablespoon, teaspoon e chi più ne ha più ne metta! Che va bene essere curiosi e imparare qualcosa… ma adesso che lo so posso anche semplificarmi la vita 😉

(altro…)

Pancakes supersoffici al latticello

colazione, cucina dal mondo | 4 maggio 2015 | By

Una delle cose che amo fare nei weekend lunghi è prendermi il tempo per preparare la colazione con più calma del solito: perciò la mattina del primo maggio ho deciso di preparare dei pancakes da affogare nello sciroppo d’acero e mangiarmeli ancora caldi!
Stavolta per prepararli ho utilizzato il latticello, la cui acidità reagisce con il bicarbonato aiutando la lievitazione e rendendo i pancakes ancora più soffici.
Anche in questo caso devo ringraziare un po’ il team di Re-cake.
Primo, perchè grazie alla alla re-cake di febbraio ho imparato che fare il latticello in casa è facilissimo: latte e yogurt in parti uguali + succo di limone –  un riposino di dieci minuti (il tempo necessario a pesare gli altri ingredienti e apparecchiare la tavola) e il famigerato buttermilk è pronto!
Secondo, perché dopo aver preparato la re-cake dello scorso mese avevo in casa dello sciroppo d’acero che chiamava pancakes a gran voce!

pancakes al latticello
 

(altro…)

CONSIGLIA Petto di pollo con cocco e lime